fbpx

Libretto Metrologico

Novità

dal decreto n°93 del 21 aprile 2017
è l'introduzione del libretto metrologico sul quale verranno registrate ufficialmente gli interventi relativi alle bilance omologate facenti parte delle categorie NAWI (funzionamento non automatico) e AWI (funzionamento automatico) aventi decreto nazionale e sottoposte a verifica periodica.

A partire dalla data del 18 settembre 2017 per ogni verifica periodica che verrà eseguita verrà rilasciato un libretto metrologico anche per tutti gli strumenti precedentemente sprovvisti. Il libretto sarà quindi fornito sia per gli strumenti nuovi sia per quelli già in servizio e con approvazione nazionale o europea.

Secondo art.4 comma 12 Il libretto dovrà essere fornito dal laboratorio accreditato che effettua la prima verificazione periodica sullo strumento e non vengono definiti obblighi a carico del fabbricante dello strumento sulla fornitura del libretto metrologico. Il decreto non definisce un formato standard per il libretto metrologico e potrà essere fornito sia su supporto cartaceo che elettronico. Il libretto sarà consegnato gratutitamente quindi dal laboratorio che esegue la prima verifica periodica, triennale o per riparazione, dopo la data del 18 settembre 2017.

Nel caso di acquisto di uno strumento nuovo non sarà più obbligatorio il contrassegno di verifica periodica in fase di verifica prima. Lo strumento andrà dichiarato alla Camera di Commercio (Competente nella zona d'uso dello strumento) con un preavviso di 30 giorni rispetto alla data di messa in servizio. Dalla messa in servizio decorreranno i 3 anni per effettuare la prima verifica periodica ad esclusione dei casi in cui si renda necessaria una riparazione, in tal caso la verifica periodica verrebbe anticipata (con annessa marchiatura dello strumento e consegna del libretto metrologico).
Gli strumenti nuovi che verranno approvati dopo il 18 settembre del 2017 quindi saranno dotati di marcatura metrologica, della dichiarazione di conformità e dei sigilli di garanzia del costruttore. Saranno privi invece del primo contrassegno di verifica periodica (bollino verde) che potrà essere applicato allo strumento esclusivamente a seguito di una verifica periodica o di un intervento di riparazione.
La validità della verifica periodica sarà di 3 anni per gli strumenti non automatici (NAWI) e di un anno per gli strumenti a funzionamento automatico con approvazione nazionale o con approvazione MID.

Nel decreto N.93 del 21/4/2017 non vi sono obblighi di formato per il libretto metrologico ma vengono definiti i contenuti minimi dello stesso. Nel libretto metrologico andranno indicati gli eventi significati per lo strumento come la data di messa in servizio, i controlli a campione degli organi proposti, gli interventi di riparazione, le cessioni ecc.
In seguito elenchiamo le voci presenti all'interno del libretto.

  • nome e indirizzo del titolare dello strumento con partita IVA
  • indirizzo del luogo d'utilizzo dello strumento
  • tipo di strumento (NAWI o AWI)
  • modello e marchio
  • numero seriale
  • anno di fabbricazione per gli strumenti con bollo di verifica prima
  • anno di marcatura CEE o CE e marcatura M per gli strumenti con normativa europea
  • data di messa in servizio
  • nome del laboratorio che interviene per la verifica o per la riparazione
  • descrizione dell'intervento (riparazione o verificazione) e data di esecuzione
  • controlli campione con esito del controllo e data in cui viene effettuato.(effettuati dalla camera di commercio)

Questi punti possono essere visualizzati direttamente sul modello del nostro libretto metrologico scaricando il file PDF dove vengono evidenziati tutti i punti che trovate in questo elenco.